E picchia, picchia

Arm. Corrado Girardi

E picchia picchia la porticella
che la mia bella la mi venga aprir.

E dammi tempo che sono scalza
son preparata per andar dormir.

E con una mano aprì la porta
e con la bocca lui mi da un bacin.

El me l’ha dato e tanto forte
che la mia mamma la lo gà sentí.

Ma cosa fatu figliola mia
che tuto il mondo dice mal di te.

E lascia pure che il mondo dica
faccio l’amore con chi piace a me.

Faccio l’amore col giovanotto
che ha sofferto la prigion per me.